5 x 1000 e donazioni

Cari Soci,  come molti di Voi già sapranno al CSA PETRARCA – COMITATO SALVAGUARDIA AMBIENTE E CULTURA è stato riconosciuto lo status giuridico di ONLUS, pertanto nel presentare la dichiarazione dei redditi (730 o modello Unico), è possibile firmare per far pervenire il 5 per mille alla nostra Associazione.

Cos’è il 5 per mille

Il cinque per mille è una quota di imposte a cui lo Stato, dalla Legge Finanziaria del 2006, rinuncia per sostenere organizzazioni no-profit nelle loro attività.

Destinare il tuo 5 per mille non costa nulla:

il cinque per mille, infatti, è una forma di finanziamento che non comporta oneri aggiuntivi  dal momento che,  tramite la compilazione dell’apposita sezione nella dichiarazione dei redditi, scegli semplicemente la destinazione di una quota dell’IRPEF.

 

Come destinare il cinque per mille a CSA PETRARACA ONLUS

I modelli per la dichiarazione dei redditi CUD, 730 e UNICO contengono uno spazio dedicato al cinque per mille.

Per destinare il 5 per mille al CSA, basta inserire il codice fiscale della Associazione 97615990153 nell’apposito spazio della dichiarazione dedicato al “SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO E DELLE ALTRE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITA’ SOCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE E DELLE ASSOCIAZIONI E FONDAZIONI RICONOSCIUTE CHE OPERANO NEI SETTORI DI CUI ALL’ART.10, C.1,” e apporre la propria firma.

 

PER LE DONAZIONI POTETE FARE UN BONIFICO INTESTATO A:

                 CSA PETRARCA ONLUS- PIAZZA PAOLO FERRARI 10-MI-

IBAN: IT28R0335901600100000146289

 

Al CSA PETRARCA  è stato riconosciuto lo status giuridico di ONLUS e pertanto, ai sensi dell’ art.13 del decreto legislativo n.460 del 4/12/97, sono previsti i seguenti benefici per gli individui e per le imprese che versano contributi in suo favore.

AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE PERSONE FISICHE

La deducibilità, per le liberalità in denaro o in natura, nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 € annui (art. 14 comma 1 D.L. n. 35/2005 e successive modificazioni (L. n. 80/2005). Nel calcolo del reddito complessivo dichiarato sono compresi anche i redditi da fabbricati assoggettati a cedolare secca.

La detrazione dall’Irpef del 26% calcolata sul limite massimo di 30.000 euro per un risparmio fino 7.800,00 euro. Per ottenere la detrazione è obbligatorio conservare la ricevuta del versamento .

AGEVOLAZIONI FISCALI PER LE AZIENDE
La deduzione dal reddito imponibile Ires del 2% del reddito d’impresa dichiarato  per un importo non superiore a 30.000,00 (comma 2 lettera h, art. 100 tuir).

La deducibilità  nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 annui (art. 14 comma 1 D.L. n. 35/2005 e successive modificazioni (L. N. 80/2005). Per ottenere la detrazione è obbligatorio conservare la ricevuta del versamento .